piacere


piacere
piacere1 /pja'tʃere/ s.m. [uso sost. di piacere2].
1. [sentimento di chi sia pienamente soddisfatto, che deriva dall'appagamento di desideri, fisici o spirituali, o di aspirazioni di vario genere] ▶◀ contentezza, diletto, felicità, gioia, letizia, soddisfazione. ◀▶ dispiacere, dolore, patimento, sofferenza.
● Espressioni: fare piacere (a qualcuno) [sembrare opportuno, giusto, meglio e sim.] ▶◀ e ◀▶ [➨ piacere2 (2. b)]; piacere [formula di cortesia in uso nelle presentazioni tra le persone] ▶◀ (molto) lieto; prendere piacere (in qualcosa) [ricavare gioia e soddisfazione da qualcosa: prendere p. in un gioco ] ▶◀ dilettarsi (di), godersi (∅).
2.
a. [cosa che dà piacere, che soddisfa: i p. della tavola ; i p. materiali ] ▶◀ diletto, godimento.  lascivia, libidine, lussuria. ◀▶ [➨ piacere1 (1)].
● Espressioni: disus., casa di piacere ➨ ❑.
b. [azione volta a compiacere qualcuno: fare, chiedere, ricambiare un p. ] ▶◀ cortesia, favore, gentilezza, regalo, servizio.  carità, grazia. ◀▶ dispetto, scortesia, sgarbo, villania.
▲ Locuz. prep.: per piacere [formula di cortesia nel domandare qualcosa: per p., vuoi dirmi che ora è? ] ▶◀ cortesemente, (lett., scherz.) di grazia, per cortesia, per favore.
3. [criterio personale di scelta, di decisione, per lo più nelle locuz. a mio (o a tuo, a vostro, ecc.) p. ] ▶◀ arbitrio, capriccio, comodo, desiderio, discrezione, piacimento, volontà.
▲ Locuz. prep.: a piacere [senza limiti o restrizioni, secondo i gusti personali] ▶◀ a discrezione, ad libitum, a piacimento, a volontà.
casa di piacere [luogo in cui si esercita la prostituzione] ▶◀ (volg.) bordello, casa chiusa (o di tolleranza), (volg., pop.) casino, (lett.) lupanare, (lett.) postribolo. [⍈ amore]
 
piacere2 v. intr. [lat. placēre ] (pres. indic. piàccio, piaci, piace, piaciamo, piacéte, piàcciono ; pass. rem. piàcqui, piacésti, ecc.; pres. cong. piàccia,... piaciamo, piaciate, piàcciano ; part. pass. piaciuto ; aus. essere ).
1.
a. [riuscire gradito, talora assol. o seguito da prop. soggettiva all'inf. o da prop. interrogativa introdotta da come : il pane mi piace ben cotto ; è un uomo che piace ; gli piace parlar chiaro ; non mi piace come mi tratti ] ▶◀ (lett.) aggradare, (fam.) andare a genio, (tosc.) garbare, (fam.) gustare, incontrare il gusto (di), (fam.) quadrare, (fam.) sfagiolare.  attrarre, deliziare, incantare.  soddisfare. ◀▶ dispiacere, spiacere.  disgustare.
b. [riuscire gradito al palato o all'olfatto] ▶◀ (fam.) gustare. ◀▶ disgustare, fare schifo, nauseare.
c. [procurare un piacere di tipo interiore, detto per lo più di opere d'arte, situazioni o persone: mi piace Bach ] ▶◀ amare (∅: amo l'opera lirica ), avere caro.  adorare.  appagare. ◀▶ annoiare, disturbare, infastidire, tediare.
2.
a. [avere il desiderio di, manifestare la volontà di, seguito anche da prop. soggettiva all'inf. o introdotta da che con il cong.: mi piacerebbe essere là ; mi piace che la casa sia sempre in perfetto ordine ] ▶◀ [seguito da prop. oggettiva all'inf. o introdotta da che con il cong.] amare, [seguito da prop. oggettiva all'inf. o introdotta da che con il cong.] desiderare (desidererei tanto che ti laureassi ), [seguito da prop. oggettiva all'inf. o introdotta da che con il cong.] volere (voglio andare al mare ).  [seguito da prop. oggettiva all'inf. o introdotta da che con il cong.] adorare.
b. [sembrare opportuno, giusto e sim., con la prep. a : faccio quello che mi piace ; fate come vi piace ] ▶◀ fare piacere (mi farebbe piacere incontrarti ), parere (fa sempre come gli pare ).  preferire (∅). ◀▶ dispiacere, seccare (∅). [⍈ andare]

Enciclopedia Italiana. 2013.

Look at other dictionaries:

  • piacere (1) — {{hw}}{{piacere (1)}{{/hw}}v. intr.  (pres. io piaccio , tu piaci , egli piace , noi piacciamo , voi piacete , essi piacciono ; pass. rem. io piacqui , tu piacesti ; congiunt. pres. io piaccia ; part. pass. piaciuto ; aus. essere ) 1 Andare a… …   Enciclopedia di italiano

  • piacere —   [pja tʃeːre, italienisch], musikalische Vortragsbezeichnung: a piacere. * * * Pi|a|ce|re [pi̯a tʃe:rə], das; [ital. piacere = Freude, Vergnügen, zu lat. placere = gefallen] (Musik): (beim musikalischen Vortrag) Belieben, Willkür …   Universal-Lexikon

  • Piacēre — (ital., spr. Piatschere), s. A piacere …   Pierer's Universal-Lexikon

  • Piacere — (auch piacimento, ital., spr. tschëre, tschiménto), Gefallen; s. »a piacere« …   Meyers Großes Konversations-Lexikon

  • Piacere — Piacere, s. a piacere …   Kleines Konversations-Lexikon

  • piacere — 1pia·cé·re v.intr. (essere) FO 1. risultare gradito; corrispondere ai desideri, alle aspirazioni, agli interessi o ai gusti personali: mi piace leggere, ascoltare musica, gli piace molto lo stile liberty, mi piacerebbe fare un viaggio, ti è… …   Dizionario italiano

  • piacere — A v. intr. 1. aggradare (lett.), garbare, sconfinferare □ dilettare, deliziare, soddisfare □ attirare, incantare, allettare, attrarre, interessare □ incontrare (fam.) CONTR. dispiacere, contrariare, spiacere □ infastidire, ripugnare, annoiare,… …   Sinonimi e Contrari. Terza edizione

  • piacere — a piacére loc. adv. Trimis de siveco, 10.08.2004. Sursa: Dicţionar ortografic  A PIACÉRE loc. adv. (muz.; ca indicaţie de execuţie) După dorinţă, după apreciere. [< it. a piacere]. Trimis de LauraGellner, 10.11.2004. Sursa: DN …   Dicționar Român

  • piacere — pi|a|ce|re [pi̯a tʃe:rə] vgl. ↑a piacere …   Das große Fremdwörterbuch

  • Piacere — Pi|a|ce|re das; <aus it. piacere »Gefallen; Gunst« zu lat. placere »gefallen«> Belieben, Willkür (beim musikalischen Vortrag) …   Das große Fremdwörterbuch